Il quesito che ci poniamo oggi è: i cani possono mangiare i cavoletti di Bruxelles?

I cavoletti di Bruxelles fanno bene o fanno male ai cani? Continuate a leggere per saperne di più.

I cavoletti di Bruxelles di certo non hanno la migliore delle reputazioni tra i buongustai nostrani. Sin dall’infanzia, la maggior parte delle persone ha dovuto lottare contro chi diceva loro di mangiare i cavoletti di Bruxelles senza lamentarsi.

Nonostante queste verdure siano ottime per il nostro organismo, particolarmente nutrienti ed economiche, i più scelgono di evitarle o comunque ne temono l’aggiunta come contorno nei loro piatti.

Nonostante ciò, però, molti amano i cavoletti di Bruxelles e li usano per preparare diverse pietanze.

Ci sono diversi modi infatti per rendere questi germogli più appetitosi, tuttavia, bisogna essere dei veri amanti dei cavoletti di Bruxelles per mangiarli con una certa regolarità.

I cavoletti di Bruxelles possono essere conditi e aromatizzati in diversi modi molto creativi, possono essere fatti al forno, alla griglia, o fatti cuocere lentamente in una pentola crock-pot.

Il modo in cui scegliete di gustare i vostri cavoletti di Bruxelles dipende tutto dai vostri gusti e dalle vostre preferenze.

Coloro che amano i cavoletti di Bruxelles potrebbero pensare di condividere con i loro amici a quattro zampe questi ortaggi così nutrienti. Ma, ai cani piacciono i cavoletti di Bruxelles?

I cani hanno realmente bisogno delle vitamine fornite da queste verdure nella loro dieta?

Quando si tratta di servire del cibo ai nostri cani, vogliamo il meglio.

Molte persone prestano particolare attenzione non solo alla propria salute controllando quotidianamente la propria dieta, ma tengono sotto controllo anche la dieta dei loro animali domestici ed il loro fabbisogno nutrizionale.

Il proprietario di un cane non può che concordare con la necessità che il proprio amico a quattro zampe segua una dieta corretta.

Vogliamo il cibo migliore per farlo crescere sano e forte

Diete a base di cibi sani e naturali sono diventate sempre più di tendenza tra gli essermi umani come tra gli animali domestici, perché quindi non coinvolgere anche i nostri cani nella passione cha abbiamo per i cibi più sani?

Lo stesso vale per i loro snack, giusto? Quelle piccole delizie che i nostri magnifici amici a quattro zampe si godono dopo averci mostrato un comportamento impeccabile.

Gli snack sono utilissimi come strumento di addestramento o come ricompensa per il nostro cane, ma dovremmo veramente offrire tali snack ai nostri cani?

Potremmo dare loro delle verdure come snack e come ricompensa per il loro comportamento? E se tali snack fossero i cavoletti di Bruxelles?

I cani possono mangiare i cavoletti di Bruxelles? Vediamo cosa dicono gli esperti a proposito di questi particolari ortaggi.

I cani possono mangiare i cavoletti di Bruxelles?

La risposta più immediata è sì, ma con moderazione.

Considerando il fatto che tra qualche settimana sarà Natale, ha particolarmente senso porsi questa domanda.

Pensare in anticipo al cibo che si dovrà cucinare e che probabilmente verrà offerto anche al nostro cane è un aspetto importante per essere dei genitori responsabili per i nostri animali domestici.

Fare ricerche su cibi, reazioni, possibili allergie, e possibili tossine presenti nel cibo umano ci può aiutare ad essere più preparati quando durante le feste ci verrà chiesto “Posso dare al vostro adorabile cagnolino queste….”

Prepararsi in anticipo inoltre aiuta a prevenire il panico che può coglierci in piena notte quando del cibo sparito, un piatto rotto, delle ossa rosicchiate ed un cane malato giacciono in un angolo della nostra cucina.

I cavoletti di Bruxelles saranno sicuramente lì, sulla nostra tavola, e sicuramente saremo particolarmente propensi a condividere il nostro cibo con il nostro amico a quattro zampe.

Chiunque abbia un cane sa che i cani adorano elemosinare il cibo. Dobbiamo offrire ai cani cibi sani che sono stati accuratamente lavati e preparati. Quale migliore verdura potremmo offrire loro se non i cavoletti di Bruxelles?

Ci potrebbero essere tantissimi avanzi nei piatti se i bambini della famiglia hanno storto il naso e ritenuto queste verdure immangiabili.

Come si fa a resistere a quegli occhioni da cucciolo fissi su di noi mentre ci godiamo il nostro pranzo?

Quindi prendete tutte le precauzioni del caso per ogni cibo che preparate e accertatevi se potete condividere con il vostro cane i vostri cavoletti di Bruxelles!

Gli esperti concordano sul fatto che dare ai cani i cavoletti di Bruxelles sia una cosa assolutamente sicura.

Tuttavia, avvertono che dare loro da mangiare quantità eccessive di questo ortaggio a foglia verde potrebbe causare loro flatulenza e dilatazione gastrica.

Ricordate, se l’intestino umano può reagire in un certo modo ai cavoletti di Bruxelles lo può fare anche quello del vostro cane.

Si consiglia quindi di evitare che il cane abbia una reazione intestinale di questo tipo dopo aver mangiato i cavoletti di Bruxelles, pertanto, limitate la quantità di cavoletti che offrite al vostro cane e controllate sempre se il vostro amico a quattro zampe presenta particolari effetti collaterali dopo aver mangiato questo ortaggio.

Se il vostro cane sembra tollerare bene questi germogli, offritegli ancora un po’ di cavoletti di Bruxelles.

Dategli una quantità maggiore di cavoletti rispetto a quella che gli avevate dato in precedenza, e osservate cosa succede.

Se il cane non ha alcun tipo di reazione nemmeno questa volta, potrete stare tranquilli e dare i cavoletti di Bruxelles al vostro cane occasionalmente.

E’ importante introdurre nuovi alimenti nella dieta del vostro cane molto lentamente, pulire il cibo accuratamente e prepararlo con attenzione per evitare possibili contaminazioni.

In caso il cane dovesse presentare particolari effetti collaterali dopo aver mangiato i cavoletti di Bruxelles sappiate comunque che si tratta di un ortaggio che non contiene tossine o potenziali veleni per il vostro amico a quattro zampe.

Potreste decidere semplicemente che il mal di stomaco, o la reazione che il vostro cane avrà, faccia il suo corso per poi non dare mai più i cavoletti di Bruxelles al vostro amico a quattro zampe.

Nei casi in cui riteniate che il mal di stomaco non sia dovuto ad una indigestione di cavoletti di Bruxelles, o se il disturbo permane per un certo periodo di tempo rispetto al solito, contattate il vostro veterinario di fiducia per dei consigli e per ricevere assistenza.

Gli effetti benefici dei cavoletti di Bruxelles

Una cosa fantastica dei cavoletti di Bruxelles è che hanno molti effetti benefici sulla salute del vostro cane.

Fanno parte della famiglia delle Crucifere e contengono molte vitamine. Inoltre, sono un’importante fonte di fibre ed è consigliabile includerli nella nostra dieta come anche in quella dei nostri amici a quattro zampe.

Le fibre aiutano la digestione, il sistema immunitario ed il benessere generale.

Il vostro cane potrebbe non avere bisogno di integrare delle fibre nella sua dieta, per cui fate attenzione a non somministrare troppe fibre al vostro cane. Potreste ottenere l’effetto opposto a quello desiderato.

Il fatto che il vostro cane potrebbe soffrire di flatulenza (può succedere al vostro cane ma anche a voi) è solo una piccola conseguenza di aver mangiato cavoletti di Bruxelles.

Questi ortaggi in realtà favoriscono la motilità intestinale ed aiutano a mantenere il colon in buona salute. La maggior parte delle verdure della famiglia delle Crucifere sono considerate la “fibra alimentare” che spinge il cibo, gli scarti del nostro organismo e le tossine attraverso il nostro intestino.

L’eccesso batterico che si va ad accumulare viene poi eliminato sotto forma di gas. Questo processo è salutare se avviene con moderazione ed è una cosa positiva per la nostra salute.

Anche se non è piacevole, questa reazione non dovrebbe causare preoccupazione o danni e non dovrebbe scoraggiarvi dal dare al vostro cane i cavoletti di Bruxelles.

I cavoletti di Bruxelles inoltre contengono due importanti componenti il sulforafano e l’indolo-3-carbinolo.

L’attività di queste due sostanze organiche si dice essere concentrata sul combattere i radicali liberi noti per causare danni al corpo e per causare il cancro.

Quindi, consumare più cavoletti di Bruxelles significa assumere una maggiore quantità di queste sostanze organiche, che si traduce in una minore quantità di radicali liberi e quindi in una minore probabilità di sviluppare il cancro.

Molte persone che puntano a combattere ma anche a difendersi dal cancro, hanno optato per una dieta a base di verdure che promuovono la lotta ai radicali liberi.

Questo processo sembra funzionare per molti essere umani e può funzionare anche per i nostri cani.

Anche se comunque non è da considerarsi una cura contro il cancro, di certo non è dannoso e non influisce negativamente sulla salute generale del cane.

Un’altra caratteristica importante di questi ortaggi è che sono ricchi di proprietà antiossidanti.

Questi antiossidanti aiutano a ridurre le infiammazioni, che anche in questo caso, sono il principale sintomo che un tumore si sta sviluppando. Inoltre aiutano anche a migliorare la circolazione sanguinea.

Aumentare le difese immunitarie e migliorare la circolazione sanguinea nel vostro cane è importante per lui, come lo è anche per voi!

Un cane con una corretta circolazione sanguinea ha un cuore forte e la probabilità che si formino trombi è alquanto ridotta.

I cavoletti di Bruxelles inoltre contengono diverse vitamine, tra cui la vitamina K e la vitamina C le quali aiutano ad aumentare le difese immunitarie del vostro amico a quattro zampe e rafforzano le ossa.

Le vitamine A, B1 e B6 ed altri elementi che favoriscono la salute come il manganese, il potassio e l’acido folico lavorando assieme creano la combinazione ideale per avere un impatto positivo sulla salute del vostro cane.

Come preparare i cavoletti di Bruxelles per il vostro cane?

I cavoletti di Bruxelles sono una potenziale fonte di malattie alimentari. Pertanto è sempre meglio cucinarli molto bene per ridurre l’insorgenza di malattie.

Inoltre questi ortaggi, se mangiati crudi, possono essere difficili da digerire per i cani e possono avere più probabilità di causare problemi allo stomaco.

Scegliete cavoletti di Bruxelles freschi, verdi e maturi al punto giusto. Rimuovete lo stelo e lavate i germogli. Li potete cucinare al vapore, far bollire oppure cucinarli al microonde.

Quando cucinate i cavoletti di Bruxelles per il vostro cane non aggiungete ne sale ne altre spezie. I semplici cavoletti senza l’aggiunta di altro sono la cosa migliore per il vostro amico a quattro zampe.

Inoltre cercate di non cuocerli troppo poiché in tal caso perderebbero tutte le sostanze nutritive più importanti che li contraddistinguono.

Quando date dei cibi nuovi al vostro cane per la prima volta, cercate sempre di essere molto cauti e di osservare attentamente il comportamento del vostro amico a quattro zampe.

Un solo cavoletto di Bruxelles è sufficiente la prima volta. Se il vostro cane sembra digerire senza problemi i cavoletti di Bruxelles, dategli non più di tre cavoletti per volta.

Se avete un cane di piccola taglia, un solo cavoletto di Bruxelles è più che sufficiente.

Cavoletti di Bruxelles: precauzioni

A questo punto potreste pensare che si tratti di un alimento ottimo ricco di tante sostanze nutritive e salutari, cosa potrebbe andare storto se il vostro cane ne mangiasse una quantità superiore a quella che in realtà dovrebbe?

Beh, la moderazione è sempre la chiave di tutto.

Anche se i cavoletti di Bruxelles sono un cibo sano da dare occasionalmente al vostro cane, il vostro amico a quattro zampe non ne dovrebbe comunque mangiare in quantità eccessive.

I cavoletti di Bruxelles contengono elevate quantità di isotiocianato, un composto che ha un certo impatto sul tratto gastrointestinale del vostro cane.

Come dicono gli esperti, questo composto “pulisce i condotti“.

Questo vuol dire che eccessive quantità di cavoletti di Bruxelles causano dissenteria e mal di pancia.

Ricordate sempre che i cani possono mangiare i cavoletti di Bruxelles, ma in piccole quantità. Come al solito, il troppo stroppia anche per quanto riguarda il cibo.

Fonte: Petyoo il comparatore prezzi di prodotti per cani e gatti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 3 =